Segreteria:Simonetta De Angelis:
 Pastorale degli Italiani nel mondo - Eventi - La Legione Italiana - Bahia Blanca 1856. Il fronte dimenticato del Risorgimento di Cesar Puliafito 
La Legione Italiana - Bahia Blanca 1856. Il fronte dimenticato del Risorgimento di Cesar Puliafito
Il libro presentato dal MAIE


7 marzo 2012 - I(ROMA)  In una affollatissima Sala Conferenze dell'IILA, è stato presentato ieri sera, 1° Marzo, il libro dello scrittore italo patagònico César Puliafito: "La legione italiana, Bahia Blanca 1856. Il fronte dimenticato del Risorgimento."
I numerosi ospiti illustri e autorevoli che hanno aderito all’invito e una grande partecipazione di un pubblico composto in gran parte da giovani studenti universitari, hanno decretato il successo di questa iniziativa ideata e organizzata dal MAIE, in collaborazione con l’Istituto Italo Latino Americano (IILA) e l’Ambasciata Argentina a Roma.
La manifestazione voluta e pensata come l’omaggio del MAIE - Movimento Associativo Italiani all’Estero per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, ha anche ricevuto il prestigioso patrocinio del Senato della Repubblica. La serata si è aperta solennemente con la corale intonazione dell’inno di Mameli ed è proseguita con gli interventi dell’Ambasciatore Giorgio Malfatti di Monte Tretto (Segr. Gen. IILA) e del Ministro Carlos Cherniak, in rappresentanza dell’Ambasciatore argentino, Torcuato Di Tella.
La sen. Mirella Giai, Coordinatrice MAIE dell’America Latina, che non ha potuto essere tra i relatori per motivi personali, ha fatto giungere un suo messaggio, in cui ha voluto sottolineare il lavoro del MAIE per promuovere la cultura italiana e premiare i talenti della nostra collettività italiana residente all'estero. Nel messaggio si legge: “La cultura è il cardine sul quale fondare la crescita e lo sviluppo di una comunità, e su di essa vanno concentrati gli sforzi e gli investimenti”. Nel corso della serata, si sono susseguiti gli interventi del segretario Generale del CGIE, Elio Carozza, del professore e storico Antonello Biagini, dell’Università La Sapienza, e dello stesso autore Cesar Puliafito, accompagnato dalla moglie Corina e i suoi due figli, Santino e Giuliano, giunti in Italia, proprio per questa occasione dalla città di Bahia Blanca.
Puliafito, molto emozionato, ha ringraziato il MAIE e il suo presidente Merlo:”..Per aver creduto, ed appoggiato fin dall’inizio il mio progetto che narra del Risorgimento italiano vissuto nella patagonia argentina e di avermi consentito così di fare questa impensabile e meravigliosa esperienza nella mia adorata patria italiana.”
La chiusura della serata è stata dell’on. Ricardo Merlo, che ha fortemente voluto e promosso questo evento, realizzando la edizione italiana del libro di Puliafito.
Dopo i ringraziamenti, Merlo ha ricordato le diverse iniziative culturali già promosse dal MAIE, che si dimostra essere un movimento politico-culturale. L’on. Merlo ha detto: “Questo evento rappresenta l’omaggio del MAIE al 150° anniversario dell’Unità d’Italia e un contributo originale ed inedito alla conoscenza della storia dell’unificazione del nostro Paese, che viene analizzata da un punto di vista inusuale, esterno ai confini nazionali.
Inoltre, è un’ulteriore occasione per far conoscere il talento degli italiani all’estero e ci offre lo spunto per una riflessione su quanto essi, oggi, possano ancora fare per l’Italia.”Quindi, concludendo, ha ribadito l’impegno del MAIE a coltivare la sua missione culturale: “La cultura del popolo è la ricchezza di una Nazione. Proteggere la nostra cultura e la nostra identità di italiani è la missione del MAIE& rdquo;
All’evento erano presenti, tra gli altri: Francisco Nardelli, Vicesegretario Gen. CGIE America latina, i coordinatori MAIE e Consiglieri CGIE Mariano Gazzola, Alberto Di Giovanni, Riccardo Pinna, Clausio Pieroni, Gerardo Pinto, Marcello Romanello, Francesco Pascalis, Pasquale Nèstico, Hugo Di Martino, e l'on. Marisa Bafile, già deputata PD nella XV legislatura, Francesca Alderisi, conduttrice televisiva, e molti studenti e rappresentanti del mondo accademico, culturale e politico romano.