News
rss archivio
22/05/2018
alato il sipario sulla 71ª edizione del Festival di Cannes, è tempo di bilanci guardando ai premi consegnati e ai film pronti a uscire nelle sale italiane. Un Festival che conferma un forte protagonismo mediatico, avendo riunito la stampa mondiale per dieci giorni. Tanti i temi protagonisti nelle opere in Concorso e non, tra cui una chiara attenzione alla dimensione sociale così come alle periferie sofferenti dell’umano, soprattutto ai più indifesi. Il Sir traccia un bilancio della manifestazione cinematografica francese insieme alla Commissione nazionale valutazione film della Cei. È il giapponese Hirokazu Kore-eda il trionfatore della Croisette, che ha vinto la Palma d’oro di Cannes 71 con il film “Une affaire de famille”. Il regista si è imposto all’attenzione del mondo occidentale ormai da molti anni, soprattutto in Francia, raccontando con linguaggio universale sentimenti e sfide etiche della famiglia nella società giapponese contemporanea. Dopo i convincenti “Father and Son” (2013), “Little Sister” (2015) e “Ritratto di famiglia con tempesta” (2017), ecco dunque “Une affaire de famille” che inquadra nuovamente i legami genitori-figli....
19/05/2018
Una delle proiezioni speciali più attese al 71° Festival di Cannes, insieme al film con papa Francesco firmato Wim Wenders, “Pope Francis. A Man of His Word”, è stata senza dubbio quella di “Solo. A Star Wars Story”, episodio dedicato alla giovinezza di Han Solo, mitico personaggio della saga “Star Wars”, pronto a sbarcare nelle sale italiane dal 23 maggio. Il film è diretto da Ron Howard, il Richie Cunningham della serie “Happy Days”, divenuto importante regista hollywoodiano, di cui si ricordano “Apollo 13”, “A Beautiful Mind” e “Frost/Nixon”. La sua nuova sfida, “Solo”, progetto in cui è entrato in corsa per condurre in porto il film – dopo il passo indietro di Phil Lord e Christopher Miller –, è un’operazione targata Disney, che è ormai da diversi anni alla guida di tutto l’universo “Star Wars”. Il Sir, insieme alla Commissione nazionale valutazione film della Cei, ha visto in anteprima il film. La storia, firmata da Lawrence e Jon Kasdan, approfondisce il passaggio dall’adolescenza all’età adulta di Han Solo, dai 18 ai 24 anni, avventuriero spaziale che nei capitoli centrali di “Star Wars” – episodi IV, V e VI, ovvero “Guerre stellari”, “L’Impero colpisce ancora” e “Il ritorno dello Jedi”– si aggira tra le galassie a bordo della nave Millennium Falcon...
in famiglia
Le visioni consigliate per tutta la famiglia
box office
Anno della fede
02/05/2018
“L’esito di questa logica della disinformazione è che, anziché avere un sano confronto con altre fonti di informazione, la qual cosa potrebbe mettere positivamente in discussione i pregiudizi e aprire a un dialogo costruttivo, si rischia di diventare involontari attori nel diffondere opinioni faziose e infondate. Il dramma della disinformazione è lo screditamento dell’altro, la sua rappresentazione come nemico, fino a una demonizzazione che può fomentare conflitti”. Nel Messaggio per la 52a Giornata mondiale delle comunicazioni sociali papa Francesco parla della disinformazione come terreno in cui fioriscono pregiudizi, ignoranza e i germi del conflitto. Funziona bene su questo tema la suggestione che viene dal film “Arrival” (2016) di Denis Villeneuve, che muovendosi all’interno della cornice di fantascienza in verità avanza una riflessione sull’importanza della buona comunicazione, lontana da paure e sospetti. Il film è il quattordicesimo titolo proposto dall’Ufficio Nazionale per le comunicazioni sociali e dalla Commissione nazionale valutazione film della CEI per il ciclo dedicato alla Giornata mondiale delle comunicazioni sociali 2018.
Film della settimana
Archivio schede
film
regista
interpreti
ricerca avanzata »
Ufficio Nazionale per le comunicazioni sociali