News - Per il diritto allo studio dei bambini circensi 
Per il diritto allo studio dei bambini circensi
Un progetto della Migrantes punta a favorire le possibilità di accesso all'istruzione

 
 
 Un progetto per la scolarizzazione dei bambini e ragazzi dello spettacolo viaggiante e l'udienza di migliaia di persone, provenienti da questo ambiente, in Vaticano il prossimo 1 dicembre. Sono stati questi i temi affrontati ieri dalla Commissione Migrantes per la pastorale dei fieranti e circensi che si è riunita a Roma.
 
L'udienza del 1 dicembre sarà un «momento di grazia» per il mondo dello spettacolo popolare e viaggiante - è stato ribadito - per vivere insieme l'Anno della fede, sottolineando il valore della gioia, come indicato da Benedetto XVI, di cui gli artisti dello spettacolo viaggiante, circensi e fieranti in particolare, sono «portatori» nelle diverse piazze e città dell'Italia e del mondo. Tema importante affrontato, a pochi giorni dall'inizio del nuovo anno scolastico, è stato poi quello della scolarizzazione. L'abbandono scolastico e la bassa scolarizzazione - è stato detto - tocca pesantemente le famiglie dello spettacolo viaggiante che, con la crescita anche dell'età minima di scolarizzazione e l'abituale inserimento dei ragazzi nel mondo dello spettacolo, rischiano pure denunce per la non partecipazione dei figli a scuola.
«È un tema che sta particolarmente a cuore alla Migrantes e che riguarda un diritto fondamentale, quello allo studio», ha detto durante l'incontro il Direttore generale della Migrantes monsignor Giancarlo Perego. Questo tema si aggiunge anche alla necessità di accompagnare i bambini, i ragazzi e i giovani nel cammino di fede. Progetti promossi dalla Migrantes in collaborazione anche con il Movimento giovanile del circo - sono in corso in diverse regioni italiane: Toscana, Triveneto, Emilia e Liguria e si sta lavorando con le scuole del Lazio e della Calabria. Un insegnante di Vicenza sta anche preparando un ipertesto e in Toscana si sta valutando una piattaforma informatica per rendere più agibile l'accesso alle informazioni e all'accompagnamento scolastico. Nell'incontro è stata presentata la bozza di circolare sulla Migrantes regionale e diocesana, sottolineando la necessità che le Migrantes rinnovino un'attenzione al mondo dello spettacolo viaggiante nel loro territorio, con una figura di riferimento e con momento di informazione e formazione degli operatori pastorali. (R. Iaria)